Altri prodotti

Parapetti

In un edificio, il parapetto e le ringhiere non sono solo “arredi” architettonici che contribuiscono a rendere piacevole l’estetica delle nostre abitazioni, ma soprattutto fungono da importanti elementi di protezione, proteggendo da cadute nel vuoto persone o oggetti, da un balcone o una terrazza. I più a rischio sono soprattutto i bambini, ma non dimentichiamo che anche le persone anziane e i disabili sono particolarmente a rischio sicurezza: i primi a causa della loro indole particolarmente curiosa, i secondi a causa di compromesse capacità visive e/o motorie.

Proprio per l’importanza della sicurezza nelle vostre abitazioni, ringhiere e parapetti sono assoggettati a Norme di Legge ben precise (norma SIA 358). Il “buon senso” comunque, prevede che ogni superfice che presenta un rischio normale di caduta deve essere assicurata con un elemento di protezione:

secondo la norma SIA 358, da un’altezza di caduta di 100 cm, un elemento di prote¬zione è, necessario. Fino a un’altezza di 150 cm la protezione può consistere anche in provvedimenti che rendono più difficile l’accesso ai margini delle superfici praticabili (come piante o altre protezioni). Se il rischio di caduta è maggiore (per esempio nel caso di anziani o disabili), gli elementi possono essere necessari già da altezze di caduta inferiori.

Bambini, anziani, disabili sono quindi i veri utenti che vogliamo proteggere con le nostre realizzazioni… la loro sicurezza prima di tutto!

Le ringhiere realizzate da Toffoli Serramenti, sono un tipo di parapetto costituito da montanti metallici verticali (alluminio, ferro e acciaio) che sorreggono elementi di chiusura sorretti e sormontati da un corrimano.

I montanti sono normalmente fissati in corrispondenza della sezione frontale del balcone, saldandoli all'armatura metallica o ancorati in corrispondenza del pavimento del balcone o (o sul bordo) si rivelano la soluzione ideale per impedire infiltrazioni d'acqua attraverso il pavimento. Altra soluzione è ancorare i montanti in corrispondenza dell'intradosso della soletta del balcone, più affidabile in quanto il punto di fissaggio non è esposto alla pioggia. Non dimentichiamo che la fase di progettazione di questi elementi deve essere accurata, per evitare, ad esempio, antiestetiche “dilatazioni” causate dall’escursione termica o pericolose infiltrazioni d’acqua.

La Balaustra a norma di legge
Come detto, al fine di garantire l'incolumità delle persone, la normativa italiana prevede:

  • Altezza: i parapetti devono essere alti almeno 1 metro dal piano di pavimento - sicurezza luoghi di lavoro (d. lgs. 81/08 - all. IV p.to 1.7.2.1.2) - superamento barriere architettoniche (D.M. 14/06/1989 n. 236).
  • Sporgenze sulla parte interna: non devono presentare nella parte interna sporgenze situate ad un'altezza dal pavimento tale da favorire l'appoggio del piede e lo scavalcamento da parte dei bambini.
  • Dimensione massima dei vuoti: deve essere fissato in modo da impedire il passaggio di oggetti; non devono lasciar passare una sfera di 10 cm di diametro - superamento barriere architettoniche (D.M. 14/06/1989 n. 236) solo per gli spazi pubblici.
  • Resistenza alla spinta orizzontale: i parapetti devono essere in grado di resistere ad una spinta orizzontale secondo D.M. 14/01/2008 applicata alla quota del bordo superiore.
  • Parapetti in acciaio: certificazione secondo UNI EN 1090.

Non dimentichiamo ovviamente l’aspetto estetico di questi manufatti che, oltre alla sicurezza, daranno prestigio alla vostra abitazione: a tal fine realizziamo anche parapetti misti con parti piene stampate secondo le vostre personalizzazioni, elementi di design, ringhiere o luminosissimi elementi vetrati.

Immagine Anteprima

Carpenteria da cantiere

In 50 anni di attività, grazie ai nostri artigiani specializzati, abbiamo sviluppato capacità progettuali, tecniche e pratiche che ci hanno permesso nel tempo di “creare” prestigiose realizzazioni in tutta Italia e all’estero.

Toffoli non è quindi solo sinonimo di “serramentistica”, ma è un vero e proprio riferimento per la carpenteria in generale: lavoriamo per aziende edili, prime utilizzatrici di prodotti di carpenteria, ma anche per designer e architetti che si affidano a noi per le loro idee, garantendo internamente alla nostra azienda l'intero ciclo produttivo per la realizzazione del manufatto finito.

Oggi, realizziamo quindi opere metalliche (di tipo tradizionale, innovativo e di pregio) sulla base della documentazione tecnica fornitaci, o sviluppata dai nostri tecnici insieme al cliente, attraverso tecniche di lavorazione particolari, utilizzando macchinari e attrezzature specifiche e all’avanguardia.

I nostri progetti nascono dalla testa dei nostri clienti, che nel nostro ufficio tecnico troveranno un valido aiuto a concretizzare le loro idee: partendo dal disegno o dalla richiesta del cliente, vengono valutate le caratteristiche del progetto e proposte eventuali modifiche. Successivamente il progetto “finito”, prende forma all'interno dell'officina: taglio, alesaggio, calandratura, piegatura e deformazione, saldatura, rifinitura (con diversi trattamenti o verniciature) per poi proseguire con il montaggio della struttura richiesta direttamente in cantiere.

La struttura in metallo realizzata può essere di dimensioni variabili, e avere diverse utilizzi: scale, barriere, coperture, frangisole, rivestimenti, capriate, pensiline, feritoie, recinzioni, portoni, cancelli, basculanti, grate, complementi d’arredo per la casa e il giardino, oggettistica e quant’altro possa rendere la tua abitazione più sicura, bella e funzionale.

Nonostante il materiale “storico” da sempre utilizzato in carpenteria sia il ferro, oggi lavoriamo agevolmente diversi metalli e leghe: i materiali maggiormente utilizzati sono, tra gli altri, acciaio, inox, rame, zinco, ottone e corten.

Immagine Anteprima